14.6 C
Bologna
domenica, 22 Settembre 2022

Per assistenza

spot_img

Il cimitero di Highgate e la leggenda del vampiro

Il cimitero di Highgate è sicuramente uno dei più suggestivi di Londra. Diviso in due aree separate, il New Highgate Cemetery e l’Old Hihg Cemetery, questo magico luogo regala emozioni davvero forti soprattutto nella parte più antica.

Highgate-Cemetery-Londra

In questo cimitero si sarebbero svolti anche alcuni eventi narrati nel Dracula (1897) di Bram Stocker: qui sarebbe infatti stata sepolta Lucy, vampirizzata da Dracula e poi trafitta con un piolo e dacapitata dai cacciatori di Vampiri.

In realtà anche un’altra leggenda lega questo luogo ai vampiri: da anni aleggia si narra che qui sarebbe sepolto un vampiro portato in Inghilterra dalla Turchia. Nel 1967 due ragazzine avrebbero visto, attraverso il cancello del cimitero, alcuni cadaveri che si alzavano dalle tombe. Una delle ragazzine, una certa Elizabeth Wojdylia, cominciò ad avere incubi. Allora si rivolse a uno strano giovanotto del quartiere: Sean Manchester, il quale fotografò gli strani buchi che erano comparsi sul collo di Elizabeth. A seguito dell’evento, il 13 marzo del 1970 un centinaio di membri della British Occult Society varcò le mura del cimitero e, sotto il controllo della polizia e le riprese della tv, un esponente della società entrò in una cripta per esorcizzare le bare.

Qualche mese dopo però il giovane Manchester tornò a perlustrare il cimitero, convinto della reale esistenza di un vampiro. Nei suoi appunti racconta di aver trapassato con un palo un cadavere sospetto.

Ma la storia non finisce qui. A questo punto compare un nuovo personaggio: David Ferrant, che invece di voler eliminare i vampiri, iniziò ad evocarli.  Vista la natura dei riti a cui si dedicò, la polizia ben presto arrestò Ferrant, pare proprio durante uno scontro con Manchester.

Liberato nel 1976, Ferrant si sarebbe autorecluso in un appartamento, affacciato proprio sul cimitero di Highgate. Manchester, discendente del grande Lord Byron, invece fondò una casa editrice, la Gothic Press e l’associazione International Society for the Advancement of Irreproducible Vampire and Lycanthropy Resaerch.

Caccia al Vampiro! David Ferrant Story.

La più accurata e competente indagine su questi misteriosi fenomeni fu portata avanti da David Farrant, membro fondatore della British Psychic an Occult Society (BPOS). Farrant era convinto che l’immagine tradizionale del vampiro, un succhia sangue dai canini appuntiti e dal lungo mantello, fosse fuorviante. Egli preferiva considerare i vampiri spiriti elementari di terra che, in certi casi, possono aggredire su un piano psichico gli esseri viventi.


Nel libro “Beyond the Highate vampire” Farrant racconta di come, nel 1969, leggendo i resoconti apparsi su un giornale locale, fece una selezione di quelli che riteneva più attendibili, come l’articolo che parlava di una ragazza aggredita in Swain’s Lane. “A tarda notte stava rientrando a casa quando all’improvviso, fu gettata a terra da un individuo alto, dal viso mortalmente pallido. Appena la ragazza sollevo’lo sguardo, le luci di un’automobile che svoltava l’angolo illuminarono la scena e la figura scomparve. La ragazza aveva solo dei graffi alle ginocchia e ai gomiti, ma era sotto shock.
Le indagini della polizia non ebbero alcun esito.
In particolare, gli agenti non riuscirono a spiegarsi come l’aggressore potesse essere scomparso, dato che un muro alto circa cinque metri fiancheggiava il viale da entrambi i lati

La prova definitiva gli si presentò alle 23 di sera del 21 dicembre 1969, giorno del solstizio d’inverno.
Farrant stava oltrepassando il cancello principale del cimitero, quando vide una sagoma scura che “sembrava essere alta più di sette piedi (oltre 2 metri e 10)”.
Due occhi lo fissavano emettendo una luce sinistra e minacciosa; Farrant capì che stava per essere sottoposto a un “attacco psichico” e distolse lo sguardo.
Quando guardò di nuovo in quella direzione, la misteriosa creatura se ne era andata.
Dopo questo episodio Farrant organizzò, insieme ad altri 13 membri del BPOS, una seduta spiritica x evocare e quindi esorcizzare il vampiro. Il gruppo disegnò all’interno delle profonde catacombe del cimitero due cerchi concentrici. Una giovane donna, Jessie Stone, che fungeva da medium prese posto al centro del cerchio magico. Dopo circa un ora la ragazza fu preda di un attacco psichico da parte di un’entità maligna soprannaturale.Il gruppo fu costretto a spezzare il cerchio e quella presenza scomparve.
“Non lo rifarei per niente al mondo” raccontò la giovane in seguito. “È stata un’esperienza terribile. Sentivo un senso di soffocamento, come se nella gola si fosse conficcato qualcosa e io non potessi toglierlo.Avvertivo una presenza ostile intorno a me e non c’era nulla che potessi fare per allontanarlo”.

EPILOGO

Alla notizia di una caccia al vampiro, centinaia di persone si riversarono nel cimitero. La profanazione delle tombe raggiunse livelli allucinanti: i cadaveri venivano estratti dalle bare, decapitati e impalati. Farrant fu arrestato con l’accusa di aver profanato il cimitero e, dopo la sua confessione, fu condannato a cinque anni di prigione.
Quando, dopo due anni e dieci mesi uscì dal carcere, giurò che non avrebbe più messo piede nel cimitero di High Gate. Sebbene molti, tra cui Sean Manchester, un altro esperto di paranormale, abbiano sostenuto di aver “ucciso” il vampiro, Farrant è convinto che l’energia che lo ha generato sia ancora presente in quel luogo.

Fonte 1: IL VAMPIRO DI HIGH GATE. – Vampiri e vampirismo (forumcommunity.net)

Fonte 2: Il cimitero di Highgate e la leggenda del vampiro (necroturismo.it)

Fotografie: rete web, Google Search
Video: YouTube https://youtu.be/muOy867E0Ws

LASCIA UN COMMENTO



Articoli correlati

Il magazine che non c’era

Questo non è un editoriale. Non nel senso classico del termine. E non presenta un magazine tradizionale composto di rubriche e notizie settoriali alla...

Community

spot_img
OPENPLANET - sviluppato daspot_img

Ultimi Articoli

Featured