17.3 C
Bologna
lunedì, 22 Ottobre 2022

Per assistenza

spot_img

“Tartufare” in Umbria!

Se sei ghiotto di tartufo (e anche molto curioso), sicuramente questa bella esperienza è perfetta per te!

Come ben sai, l’Umbria è assai ricca di tartufo. 

Grazie a un habitat particolare che permette il proliferare di questo prezioso fungo, siamo famosi in tutta Italia grazie al pregiato frutto della nostra terra.

Hai mai pensato di essere tu il protagonista in “diretta” della cerca del tartufo?  Finalmente puoi farlo.

Se poi ami anche i cani allora il divertimento diventa doppio!

Molti sono i turisti che, spinti dalla curiosità, si recano qui per vivere questi bellissimi momenti scoprendo i segreti dell’affascinante mondo del tartufo.

Non mancheranno nemmeno momenti comici: il cane da tartufo, essendo anche lui ghiotto di questo fungo, offre sempre spettacoli pieni di tenerezza e divertimento!

Ecco come si svolge la giornata “tartufara”:

Fai un piccolo sforzo e svegliati la mattina presto perché questa è un’attività che si svolge nella primissima parte della giornata, sia per evitare il forte caldo, sia per farti vivere questa esperienza nelle seducenti ore del mattino.

L’esperto “tartufaio” sarà la persona che ti accompagnerà durante tutto il tragitto.

Insieme a lui ci sarà il suo cane “tartufaro”, il quale sarà già in trepidante attesa perché sa benissimo che riceverà una bella razione di coccole e leccornie.

Deve solo avere un po’ di pazienza ed iniziare a “tartufare”!

Appena inizia la vostra passeggiata nel bosco, vedrai il cane annusare tutto intorno in cerca di quel profumo che per noi è assolutamente impercettibile.

Il tartufaio non lo perderà d’occhio nemmeno un secondo, anche quando si spingerà tra rovi e fitta vegetazione.

Il cane, appena troverà il tartufo, inizierà a scavare energicamente: a questo punto l’addestratore interviene iniziando a scavare anche lui con il “vanghino”, utilizzando tutta la cautela e la maestria che derivano da anni di esperienza.

Questa fase è molto importante: bisogna assolutamente evitare che il cane rovini con le unghie il tartufo o che se lo mangi direttamente come spuntino.

Ecco che arriva il momento magico.

Finalmente viene alla luce il bel tartufo!

Ora è il momento della tenerezza: il cane, felice di aver fatto il suo dovere, correrà dal padrone in cerca di bocconcini e carezze.

Dopo il lauto premio, il cane ricomincia la sua ricerca.

La cerca del tartufo dura circa un’ora e mezza.

Ma non finisce qui!

Hai due possibilità al termine della visita:

La prima: visitare un’azienda di trasformazione del tartufo per vedere tutte le fasi in cui si realizzano i vari prodotti.

Seguirà una ricca degustazione/pranzo con preparazioni a base di tartufo!

Non mancheranno le tagliatelle al tartufo e vini umbri.

Interessante, no?

Oppure…

Seconda alternativa più “rustica”: potrai scegliere un break nel bosco con una deliziosa bruschetta e omelette farcita con il tartufo trovato.

Che dire di più?

BUON TARTUFO!

FONTE : https://www.authenticumbria.it/tartufare-in-umbria/

LASCIA UN COMMENTO



Articoli correlati

Il magazine che non c’era

Questo non è un editoriale. Non nel senso classico del termine. E non presenta un magazine tradizionale composto di rubriche e notizie settoriali alla...

Community

spot_img
OPENPLANET - sviluppato daspot_img

Ultimi Articoli

Featured