26.9 C
Bologna
mercoledì, 22 Agosto 2022

Per assistenza

spot_img

Yari Cecere: il mondo green sarà un’opportunità

Oggi incontriamo un giovane divulgatore che ha fatto della sua attività un mezzo di comunicazione per parlare di un argomento molto caro a tutti: l’ambiente! Yari Cecere, tra i più giovani imprenditori menzionati dalla nota rivista internazionale Forbes, ci racconta il suo punto di vista in merito alle attività legate al green e del perché si tratta di un argomento così importante.

Benvenuto Yari Cecere. Ci spiega perché pensa che il green dovrebbe essere tenuto presente oppure non tenuto presente per il nostro futuro?

Per il nostro mondo dobbiamo trovare soluzioni: negli ultimi anni i nostri comportamenti e tutte le nostre attività riscaldano il pianeta, l’industria con le nostre produzioni di materiali, il cemento e la plastica, secondo le statistiche, hanno superato il peso complessivo delle specie animali presenti nella terra. Il rischio è di un aumento di temperatura di 2 gradi centigradi e questo è incompatibile con la vita umana e vorrebbe dire andare incontro ad una catastrofe. Questa è solo una delle prime motivazioni per cui il green dovrebbe essere tenuto presente per il nostro futuro. La buona notizia, però, è che noi costruttori stiamo cercando la soluzione “negli alberi”, che vanno piantati e utilizzati per costruire i luoghi in cui portiamo le persone a vivere e lavorare.

Chi dovrebbe essere coinvolto nella valorizzazione del green nel suo paese? Chi invece non dovrebbe essere coinvolto? (Ad esempio: Governo, Politica, Aziende, Cittadini).

I Cittadini sono e devono essere coinvolti sicuramente di prima battuta. L’attuale Governo ha deciso sulla carta di fare da capofila nei tentativi di promuovere la sostenibilità ambientale, riducendo le disuguaglianze sociali e riformando il modello di sviluppo economico italiano. Il governo si augura di realizzare questa transizione attraverso un Green New Deal basato su investimenti pubblici in energie rinnovabili, tutela della biodiversità, protezione delle aree naturali e infrastrutture e su questo anche le aziende possono e devono essere di supporto.

Le disuguaglianze economiche e sociali tra i gruppi di popolazione ricca e povera sono ancora persistenti in Italia. Come possiamo garantire che la transizione verso un’economia verde sia inclusiva?

Secondo me devono farlo come soluzione ad una sfida importante, e vedere tutto come un’opportunità per l’Europa di diventare un attore geopolitico chiave. Il Governo vuole che l’Italia sia un importante protagonista del movimento ambientalista a livello internazionale, lavorando nell’ambito dell’accordo di Parigi sui cambiamenti climatici e del Green Deal europeo, facendo da mediatore nel tentativo di risolvere il divario tra est e ovest in Europa sulle questioni ambientali, in particolare sulle emissioni di carbonio e questo è uno dei modi per cambiare la diffusione della distinzione tra ricchezza e povertà.
Ricordo che ci sono anche altri mezzi culturali che ho seguito anche io, come quello della promozione cinematografica per parlare di sviluppo di nuove realtà urbanistiche che migliorano la qualità della vita tagliando il divario tra ricchi e poveri.

Yari Cecere
Yari Cecere. Foto di Federica Cilento

Per creare un business case di successo nella Green Economy e nelle costruzioni, pensa che sia necessario attribuire un valore economico alla natura? Un valore non monetario sarebbe altrettanto efficace?

I soldi sono necessari per la sopravvivenza, e nel caso specifico di sopravvivenza della creazione di un mondo sano per il clima, si dovrebbe parlare di somme di denaro enormi.
La mitigazione e l’adattamento ai cambiamenti climatici è forse il più grande progetto mai realizzato dall’umanità, ed è arduo e costoso. Non è possibile intraprendere un progetto di riparazione del pianeta natale di decarbonizzare l’economia e, contemporaneamente, fortificare le civiltà contro l’innalzamento dei mari e gli incendi più caldi e il caldo estremo senza enormi quantità di finanziamenti. Ma le entità che detengono quel tipo di denaro sono banche o governi.
Ci sono molti tipi di progetti che le persone intraprendono indipendentemente dalla loro redditività: cucinare, dipingere, fare giardinaggio, uscire con amici. Ma l’argomento è che qualcosa può essere personalmente appagante o stimolante e questa è una ragione sufficiente perché esista perchè porta gioia. L’ambiente porta veramente gioia? Questa è la domanda a cui rispondere per dare un valore economico alla natura.

Cosa bisogna cambiare in Italia per raggiungere la Green Economy secondo Yari Cecere?

Su questo sarò molto sintetico: divulgazione culturale ambientale. E’ l’unica strada!

LASCIA UN COMMENTO



Articoli correlati

Il magazine che non c’era

Questo non è un editoriale. Non nel senso classico del termine. E non presenta un magazine tradizionale composto di rubriche e notizie settoriali alla...

Community

spot_img
OPENPLANET - sviluppato daspot_img

Ultimi Articoli

Featured